Un giro alla Fondazione Prada

Milan l’è sempre Milan. Mica vero, tutto l’opposto. Si respira un’aria di forte rinnovamento a Milano. Passata la sbronza dell’Expo 2015,  te ne accorgi da parecchie cose: cantieri un po’ ovunque, edifici nuovi che spuntano come funghi ogni volta che ci torni, mostre, iniziative, spazi recuperati. C’è fermento, Milano vuole diventare un polo d’attrattiva in grado di…

I Beatles e l’Oriente: a Torino NOTHING IS REAL

Torino – C’è stato un momento, nella vita del quartetto più famoso del mondo, precisamente dopo l’uscita dell’album Sgt. Peppers, dove il richiamo per l’Oriente misterioso si è fatto irresistibile. Vuoi per il fascino intrinseco, vuoi per la filosofia di vita, vuoi per le innegabili esperienze lisergiche, I Beatles si fanno conquistare dalla magia della…

Me gusta Mucha: in mostra a Genova il gigante dell’Art Noveau

Genova – Non si tratta di arte contemporanea, direte voi. Certo, le opere di Alfons Mucha sono totalmente inscrivibili temporalmente e stilisticamente parlando nell’Art Noveau di inizio secolo scorso, ma preservano tuttora quella forza che ha fatto di Mucha un antesignano della pubblicità moderna. E tutti abbiamo avuto una fase della nostra vita dove abbiamo amato il…

Al di là del mare – un colloquio con Ciro Palumbo

Come un marinaio imbarcato su un vascello dal vento in poppa, Palumbo scruta i paesaggi attorno a lui, restituendoci queste visioni mediate dalle sue molteplici sensazioni. Un vascello con un’anima tutta sua, capace come per magia di staccarsi dalla superficie dell’acqua, per volare sulle onde, per restituirci prospettive prima solo immaginate. Le sue tele sono…

Del perchè Duchamp è stato il primo vero artista contemporaneo

Ieri parlando con un grande esperto d’arte moderna è venuta fuori una domanda, tra il serio e  il faceto: ma il primo vero grande artista contemporaneo chi è stato? Lui: “Picasso, indubbiamente. Un artista completo, in tutto. Grande innovatore. Per te?”. Io ci ho pensato un po’,  ma sulla punta della lingua  avevo già la mia risposta:…

Il punk compie 40 anni: una mostra a Milano per festeggiare

” Essere punk vuol dire essere un fottuto figlio di puttana, uno che ha fatto del marciapiede il suo regno, un figlio maledetto di una patria giubilata dalla vergogna della Monarchia, senza avvenire e con la voglia di rompere il muso al suo caritatevole prossimo. ” Milano – Con queste parole Johnny Rotten, cantante dei Sex…

Il miracolo è compiuto: con Christo si cammina sulle acque

Tutto è pronto: tra qualche giorno cammineremo sulle acque. Il Maestro  lascerà il suo (effimero) segno sul lago di Iseo dal 18 giugno al 3 luglio. E su questo segno potremo camminare e far parte di un’opera d’arte…temporaneamente. Dopodichè, come sempre per le opere di Christo, il tutto verrà smantellato (e riciclato). Per continuare a esistere solo…

Edward Hopper – a Bologna il suo realismo sempre attuale

Bologna – la pittura di Edward Hopper (1882 – 1967 ) è inconfondibile. Anche per i non addetti ai lavori è facilissimo riconoscere le sue tele. Hopper ha saputo come pochi imprimere su tela  il suo tempo, la sua contemporaneità. Ha raccontato della sua America, che è un po’ l’America di tutti. Ma dietro il suo realismo…

Nuovo murales di Bansky: in una scuola elementare

Bristol –  “Papà, papà, oggi in cortile sul muro c’era un nuovo disegno”. Sorpresa! Bansky ha colpito ancora. E questa volta, nella sua città natale (Bristol), in una scuola elementare. Nonostante il pubblico dall’età media decisamente inferiore rispetto al solito, Bansky non ha lesinato con il suo solito humor dissacrante: una bambina  (stilizzata) che gioca con…

Un’opera pop contro la violenza sulle donne

Verona  – Come vede una donna un uomo che la picchia? Come un giocattolo. Una bambola. Ecco in una riga sintetizzato il pensiero di Lady Be, che con la sua “Beaten Barbie” vuole dare la sua personale visione a un tema purtroppo sempre d’attualità: la violenza sulle donne. Il pop dell’icona Barbie dissacrato da lividi e tumefazioni,  un sorriso…